MASSAGGI

Potrete concedervi un massaggio rilassante con preziosi olii che doneranno al vostro corpo una lucentezza unica mentre elimineranno le tensioni accumulate nel tempo, oppure potrete optare per un massaggio linfodrenante che saprà favorire la circolazione del sangue, drenando i liquidi in maniera specifica.

Inoltre si praticano anche massaggi connettivali, che permettono di ottenere un’azione più efficace e profonda sul muscolo, mediante tecniche si “scollamento” specifiche.

LINFODRENAGGIO

Il linfodrenaggio è una tecnica di massaggio particolare che aiuta a migliorare il flusso della linfa vitale dei tessuti connettivi. Indicato anche nei problemi estetici come la cellululite. Il massaggio linfodrenante è ciò che occorre per combattere ritenzione idrica, adipe localizzato e la sensazione di gonfiore e pesantezza.
Gesti e pressioni più e meno intense, utili per stimolare il sistema linfatico e circolatorio. Perfetto per riossigenare i tessuti e rivitalizzare la microcircolazione, aiuta a migliorare l’aspetto della pelle a buccia d’arancia, riducendo, in poche e benefiche sedute, gli inestetismi della cellulite.
E’ sempre consigliato il massaggio completo ossia su tutto il corpo per aprire tutti i canali linfatici, aumentare la sua circolazione e quindi la sua capacità di assorbimento dei liquidi in eccesso.

LOMI LOMI

Un massaggio Lomi Lomi ristabilisce un alto flusso di energia, favorisce il benessere mentale e fisico ed in particolar modo distende i muscoli, favorisce la circolazione del sangue, elimina le tossine dal corpo, favorisce un totale stato di relax. Il massaggio agendo sul sistema nervoso favorisce il rilassamento, serve a sbarazzarsi delle tensioni e smuove le energie positive.
Le manovre praticate durante questo massaggio vengono fatte utilizzando molte parti del corpo come avambracci, gomiti, palmi delle mani.

THAILANDESE

E’ un’esperienza che coinvolge il corpo e la mente di chi lo pratica e di chi lo riceve. Il massaggio Thai arriva a noi dalla tradizione millenaria della cultura buddista tailandese.I principi che ispirano il massaggio tailandese sono quelli della medicina cinese, della digitopressione, e dello yoga. Le sue origini sono così antiche che si perdono nella notte dei tempi, è comunque collegato alla medicina ayurvedica.

La prima fase del massaggio prevede una diagnosi, attraverso la quale l’operatore percepisce le reali esigenze del paziente. In questo tipo di medicina infatti il sintomo è l’espressione individuale di uno squilibrio e in quanto tale va trattata con specificità. Entrambi i soggetti sono vestiti con abiti confortevoli. Durante il trattamento il terapista cerca di coordinare il suo respiro con quello del paziente. Lo scopo è di portare entrambi in uno stato di armonia. Gli stiramenti e le pressioni che svolge sono finalizzate a questo risultato.Il massaggio Thai produce una serie di benefici sull’organismo: aumenta l’attività vascolare, libera le tossine, attiva e libera energia. Grazie a queste caratteristiche è indicato per sportivi e persone attive ma anche per chi soffre di piccole depressioni.

CONTATTACI!

3 + 11 =